Via Pietro Metastasio n.26 - 25126 Brescia - tel. 030.291478 fax 030.43194

Assemblea annuale 2009

Assemblea Annuale degli Iscritti Brescia
18 aprile 2009
Relazione del Presidente Stefano Bazzana  

Gentili colleghe, egregi colleghi,
prima di iniziare la mia relazione, che istituzionalmente ha lo scopo di fare un bilancio, informandovi delle attività svolte e delle iniziative da realizzare, consentitemi di ringraziare i colleghi del precedente Consiglio Direttivo ed in particolare chi lo ha presieduto, la Sig.ra Federica Renica. L’attività svolta e l’impegno sono stati rilevanti anche se, purtroppo, ancora poco visibili all’esterno. Questa è la prima Assemblea degli iscritti dopo il rinnovo degli organi del Collegio IPASVI di Brescia. Le operazioni di voto si sono svolte con la consueta regolarità, il numero dei votanti -pur essendo quasi raddoppiato rispetto alle elezioni precedenti- rimane comunque modesto. Esprimiamo un sincero ringraziamento verso gli iscritti che hanno partecipato al voto decretando un risultato che, pur nella continuità, vede impegnato un nuovo Consiglio Direttivo e un nuovo Collegio dei Revisori per il triennio 2009-2011.  L’assemblea annuale degli iscritti, rappresenta un momento di incontro e di confronto importante. E’ il momento in cui si rende evidente l’attività svolta rispetto agli obiettivi posti, si ipotizzano e si condividono le politiche professionali ed i progetti da realizzare in futuro al fine di garantire un adeguato sviluppo professionale ed un miglioramento della qualità dell’assistenza offerta alle persone. In linea con queste premesse, al fine di dare il benvenuto ai nuovi iscritti che sono entrati a far parte della professione nel corso del 2008,  l’assemblea si apre con la lettura dei primi articoli del nuovo Codice Deontologico da parte di un giovane neoiscritto all’Albo.  Hanno completato la lettura dei restanti articoli i 10 consiglieri neoeletti nel Direttivo >>segue


Relazione attività anno 2008

L’attività del Collegio Ipasvi di Brescia è in gran parte caratterizzata dalle attività delle commissioni, sia permanenti sia temporanee. La commissione pareri legali, fiscali e professionali e la commissione libera professione hanno registrato un’intensa fruizione di consulenza agli iscritti fornita sia da colleghi che da esperti esterni: consulenze professionali, consulenze legali, consulenze fiscali e per l’esercizio libero professionale. A queste attività vanno aggiunte le consulenze fornite telefonicamente o via e-mail e l’attività di ricevimento in sede. Importante è stata anche l’attività deontologico-disciplinare, aspetto a cui il Collegio riserva grande attenzione in quanto garante istituzionale del comportamento dei propri iscritti.  A ciò si affianca l’azione di tutela legale con esposti/denuncia contro ogni forma di abusivismo, mancanza o fatto disdicevole al decoro della professione.
- E’ stata attivata a  livello provinciale una Commissione per la revisione del Codice Deontologico che ha lavorato coinvolgendo la rappresentanza dei cittadini. Sono stati svolti 5 incontri fra maggio e settembre che hanno esaurito il mandato della prima fase, con l’intento di mantenere attivo il gruppo di lavoro per la fase di implementazione e monitoraggio del nuovo codice.
- Il Collegio ha partecipato con propri rappresentanti agli incontri promossi dall’Università degli Studi di Brescia, attività opzionali rivolte agli studenti del terzo anno di corso.
- Nel 2008 rilevante  l’impegno profuso dai Collegi  Lombardi  nella causa legale per la difesa della professione nel caso “Sitra Melegnano”, nei vari gradi di giudizio, fino al recente ritiro del ricorso da parte delle OOSS mediche.
- Attiva è stata la partecipazione di tutti i Collegi Provinciali  ad incontri e a tavoli tecnici  presso la D.G. Sanità per la definizione del fabbisogno di personale del S.S.R. per  l’A.A. 2007/2008  e 2008/2009. 
- A livello provinciale è stata attivata  una Commissione, “tavolo tecnico” per l’elaborazione delle linee guida per la formazione di ASA e OSS,  presso l’Assessorato della Provincia di Brescia.
- Nell’ambito del servizio offerto agli iscritti, l’attività di ascolto/colloqui  ha richiesto un notevole impegno da parte del Consiglio Direttivo e dei consulenti, al fine di soddisfare le sempre maggiori richieste che pervengono al Collegio.
- Un ulteriore contributo è stato ricercato con il mantenimento e potenziamento della commissione esami per i cittadini stranieri, comunitari  e non,  per le prove di conoscenza della lingua e delle disposizioni che regolano l’esercizio della professione. Peraltro, lo scenario europeo, specie dopo l’ulteriore ampliamento dell’UE, riserva sfide normative e organizzative particolarmente difficili. La libera  circolazione professionale, il riconoscimento dei titoli formativi, il problema della lingua pongono tutti noi di fronte alla responsabilità di iscrivere professionisti all’altezza delle richieste dei cittadini e delle strutture. Test d’ingresso d’italiano: n° 65  totali (per trasferimento, per iscrizione senza esame, per iscrizione con esame) 

L’impegno si è inoltre espresso:
- Negli incontri periodici del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori dei Conti per la realizzazione delle attività istituzionali.
- Nei periodici incontri delle Commissioni per il raggiungimento degli obiettivi specifici.
- Nella collaborazione con istituzioni pubbliche e  con organizzazioni politiche, sociali, professionali.
- Nella collaborazione attiva con il Coordinamento Regionale Collegi Lombardi.
- Partecipando agli incontri ed aderendo agli indirizzi della Federazione Nazionale Ipasvi
 

 

Attività formative, svolte dal Collegio IP.AS.VI. di Brescia 

1, 8 febbraio 2008 (ECM per Infermieri)
L'ELABORATO FINALE DEL CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA
 

28 marzo 2008 (ECM per IP.AS.VI.)
LA RESPONSABILITA' GIURIDICA NELLA PRESCRIZIONE E NELLA SOMMINISTRAZIONE DI FARMACI 

10 maggio 2008 (ECM per Infermieri e Infermieri Pediatrici)
REVISIONE DEL CODICE DEONTOLOGICO DEGLI INFERMIERI ITALIANI: DALLA RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE, ALLA DIFESA DEI DIRITTI DEGLI ASSISTITI 

15, 23 maggio 2008 (ECM per Infermieri) 
    LO STUDIO INFERMIERISTICO ASSOCIATO: CONOSCENZE DI BASE PER LA SUA COSTITUZIONE ORGANIZZAZIONE GESTIONE 

6-13- 20-21  Giugno 2008 (ECM per Infermieri)
L’ABC DELL’ESERCIZIO LIBERO PROFESSIONALE  

21 maggio 2008, 12 novembre 2008 (ECM per Infermieri) 2 Edizioni
LA CASSA DI ASSISTENZA E PREVIDENZA: VALIDE RAGIONI PER CONOSCERLA MEGLIO  

Corsi di Formazione a Distanza

SICURE
Corso Fad sulla sicurezza – promosso dal  Ministero della Salute – Fnomceo – Federazione Ipasvi   A completamento corso assegnati 20 Crediti formativi ECM. Attestati a cura Ipasvi Bs 
ECCE-inFAD 
Proseguito anche nel 2008 il Progetto ECCE-inFAD: la formazione a distanza dedicata agli infermieri. Il progetto finanziato dall’Agenzia italiana del farmaco (AIFA) e realizzato con la collaborazione dell’IPASVI.

 

Prima di lasciare la parola al tesoriere per l’illustrazione del bilancio consuntivo vorrei esprimere un ringraziamento anche a tutti i colleghi che hanno collaborato nel corso dell’anno, ai consulenti che ci hanno supportato nei campi specifici (fiscale, legale, informatica, sicurezza, qualità…) e al personale dipendente che garantisce una continuità di presenza e di raccordo tra i diversi organi del Collegio, i consulenti e gli iscritti.

Il tesoriere Benedetti passa quindi ad illustrare all’Assemblea, il Rendiconto generale economico finanziario dell’esercizio 2008 e nello specifico si esaminano dettagliatamente il rendiconto economico-finanziario competenza 2008 ed i residui attivi e passivi al 31.12.2008.  Al termine della presentazione del bilancio consuntivo 2008, presenta la sua relazione il presidente dei revisori dei conti Sig. Vitaliano Tidoni che conclude esprimendo un giudizio favorevole sulla veridicità del bilancio consuntivo 2008 e lo pone all'approvazione dell'assemblea degli iscritti. Non vi è alcuna richiesta di chiarimento e quindi il Presidente si appresta a richiedere agli iscritti l’approvazione del Bilancio Consuntivo.
     
OPERAZIONI DI VOTO DEL BILANCIO CONSUNTIVO 2008
E’ stato consegnato un tesserino di voto, in numero identico alla capacità di espressione di voto che il singolo iscritto ha : 1, 2 o 3 a seconda del numero delle deleghe ricevute (ogni iscritto non può essere investito di più di due deleghe ).

I presenti sono: 60 i deleganti sono 15 e, quindi la capacità di espressione di voto e’ di 75 voti.
La messa in votazione del bilancio consuntivo 2008 determina il seguente risultato delle operazioni di voto:
Favorevoli n° 75
Contrari n° 0
Astenuti n° 0  

Relazione programmatica                               

“Sii il cambiamento che vorresti vedere nel mondo” 

La straordinaria crescita che la professione ha conosciuto negli ultimi anni impone all’Organismo di rappresentanza professionale un ruolo e una capacità operativa sempre crescente. Il lavoro è impegnativo ma la sfida è esaltante. La forza per condurla arriva dalla collaborazione di molti che hanno dato la loro disponibilità e che verranno contattati prossimamente. Al proposito il presidente  presenta le commissioni permanenti istituite e i loro coordinatori:
- Commissione Libera Professione, coordinatrice Giovanna Bertoglio;
- Commissione Tempo di Nursing, coordinatore Guglielmo Guerriero;
- Commissione Cittadini Stranieri., coordinatore Angelo Benedetti;
- Commissione formazione, coordinatrice Zanetti Ermellina;
- Commissione pareri legali e fiscali, coordinatore Stefano Bazzana;
- Commissione accreditamento professionale, coordinatore Claudio Prandelli.   

Programma 2009   

                                                                   Cosa vogliamo continuare a fare… 

Valorizzare la figura dell’infermiere e le sue competenze, favorire la crescita degli iscritti e supportare l’esercizio libero professionale:
1.  Estendendo la cultura dell’accreditamento professionale
2.  Promuovendo iniziative formative che seguano l’evoluzione del sistema ECM/CPD (Associazioni, NursingFAD)
3.  Garantendo l'iscrizione all'Albo degli aventi diritto, certificando il possesso e il mantenimento del requisito da parte degli iscritti alle istituzioni che lo richiedono  
4. Sostenendo la libera professione mediante incontri di consulenza ai colleghi interessati ad attivare  modalità di esercizio consolidate e/o nuove (formazione, pubblicizzazione)
5.  Informando, formando e vigilando sull’esercizio professionale degli infermieri stranieri che operano nel nostro territorio, con una costante verifica dei requisiti culturali, linguistici e professionali (materiale didattico, tirocinio, revisione test)
6.  Difendendo il decoro della professione contro il lavoro nero, contrastando la concorrenza sleale e l’esercizio abusivo della professione 


…cosa ci proponiamo di innovare e rafforzare…

Dare voce alle esigenze degli infermieri; tessere forti rapporti con le Università, le Istituzioni e i cittadini garantendo con modalità diverse una presenza costante ed evidente:
Sfruttando di più e meglio i mezzi di comunicazione per gli iscritti e per il cittadino

- Media locali: maggiore presenza del Collegio su  argomenti che riguardano direttamente la professione.
- Rivista Tempo di Nursing : cambio del formato grafico e revisione della struttura. ? 
- Sito web: Istituzionale, informazioni chiare e complete; accessibilità ai servizi di segreteria in modo informatico;  presenza di una sezione rivolta ai cittadini e alle istituzioni. ?
- Newsletter on-line: Notiziario rivolto agli iscritti, a invio mensile, che informi su particolari argomenti o inviti alla partecipazione a iniziative specifiche. ?
- Partecipando al Coordinamento Collegi IPASVI della Lombardia che permetta una presenza significativa nei confronti della Regione. ? 
- Consolidando legami forti con le Università, sia attraverso collaborazioni istituzionali specifiche sia con il coinvolgimento degli studenti alle attività del Collegio.
- Promuovendo il confronto sulle politiche sanitarie con le Organizzazioni Sindacali, le altre professioni, le Associazioni, le istituzioni e gli Enti locali.
- Fornendo ai cittadini tutte le  informazioni inerenti il Collegio IPASVI di Brescia, i Professionisti iscritti e gli assetti normativi in vigore.  

…perché ogni iscritto si senta parte attiva 

Riavvicinare gli infermieri al collegio, anche attraverso la creazione di un’ampia rete di collaborazioni che coinvolga un crescente numero di professionisti:
1.  Attivando un network di colleghi  disponibili a supportare le attività del Collegio,  riducendo la distanza tra il Collegio e gli iscritti.

2.  Utilizzando le Commissioni come mezzo per portare all’esterno del Consiglio Direttivo la discussione e la condivisione, per poi riportare all’interno del Direttivo l’atto decisionale.
3.  Valorizzando l’investimento economico messo in atto per l’acquisto della nuova sede, rendendola un luogo di incontro e di sviluppo per gli infermieri e per tutte le professioni sanitarie.
4. Promuovendo e finanziando iniziative di ricerca, studio, collaborazione aperte a tutti gli iscritti. 

Gli obiettivi da attuare sono ambiziosi, ma riteniamo che il trasferimento nella nuova sede favorirà il loro raggiungimento. Una nuova “casa degli infermieri” dove poter effettuare corsi di formazione, con una biblioteca, con postazioni per ricerche on-line.   Ma anche come luogo dove gli infermieri bresciani potranno incontrarsi, fra di loro o con altri professionisti e, perché no, con i cittadini. Nuovi spazi che saranno segno tangibile della presenza dei tanti infermieri che lavorano nelle diverse realtà. Una sede nostra, per favorire la valorizzazione del ruolo e lo sviluppo delle competenze dei nostri  iscritti. 
Valutati tali obiettivi da raggiungere, alla luce della continuità e dell'impegno del Consiglio Direttivo, si chiede la fiducia agli iscritti per proseguire nella gestione dell'Ente.
Grazie per l’attenzione! 

Prima di presentare il Bilancio di Previsione per il 2009, il Tesoriere chiede formalmente agli iscritti di condividere e quindi approvare con delibera di indirizzo l’impegno a ridurre l’indebitamento complessivo per l’acquisto/ristrutturazione/allestimento della nuova sede; tale riaccertamento dei residui attivi e passivi 2008, sarà posto in essere alla fine del 2009, al fine di ridurre le uscite dei residui passivi per euro 50.000,00 e conseguentemente ridurre le entrate  inerenti il mutuo ipotecario sottoscritto con la Banca Popolare di Sondrio per una somma  di  pari importo; Benedetti precisa che uguale somma è stata imputata alle uscite in conto capitale del previsionale 2009 nella categoria acquisto/ristrutturazione allestimento nuova sede al fine di coprire talune uscite di competenza 2009 inerenti l’allestimento della nuova sede.  

Dopo la relazione del Tesoriere Benedetti che illustra il bilancio preventivo 2009,   la relazione del Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti Tidoni, che ne dichiara la regolarità contabile, finanziaria ed economica, e dopo aver risposto alle richieste di chiarimenti degli iscritti, il Presidente Bazzana chiede la disponibilità dei partecipanti a procedere alle due votazioni per alzata di mano. I partecipanti accettano e, quindi, si dichiarano aperte  le operazioni di voto per alzata di mano. La prima votazione è per l’approvazione della delibera di indirizzo. La seconda è per l’approvazione del bilancio previsionale anno 2009. 

APPROVAZIONE DELLA DELIBERA DI INDIRIZZO FINALIZZATA A RIDURRE L’INDEBITAMENTO PER L’ACQUISTO/RISTRUTTURAZIONE/ALLESTIMENTO NUOVA SEDE  
I presenti sono:  55,  i deleganti sono 15 e, quindi la capacita’ di espressione di voto e’  di 70  voti. Le operazioni di voto per l’approvazione della delibera di indirizzo danno il seguente  risultato:
Favorevoli n°     70 
Contrari n°           0 
Astenuti n°           0  
La delibera di indirizzo è approvata all’unanimità.  

OPERAZIONI DI  VOTO DEL BILANCIO  PREVENTIVO 2009 
I presenti sono:  55  i deleganti sono 15 e, quindi, la capacita’ di espressione di voto e’  di 70  voti. Le operazioni di voto del bilancio revisionale 2009 danno il seguente  risultato:
Favorevoli n°     70 
Contrari n°           0 
Astenuti n°           0  
Il bilancio previsionale 2009  è approvato all’unanimità. 
Vi ringrazio per la fiducia accordata al nuovo Consiglio Direttivo, con l’espressione del voto. 

MOMENTO DI CELEBRAZIONE
Nel corso dell’assemblea annuale degli iscritti al Collegio IPASVI di Brescia, come di consueto, abbiamo voluto premiare coloro che per 35 e 50 anni hanno mantenuto l’iscrizione al Collegio, affermando in tal modo il loro senso di identità e di appartenenza alla professione infermieristica. Con la consegna di un dono-ricordo viene letta una breve biografia, da parte della vicepresidente Zanetti, di ciascun iscritto premiato. Come negli scorsi anni, il momento di festa non deve rimanere confinato al giorno dell’assemblea; vogliamo che tali premiazioni abbiano il giusto risalto, affinché il percorso fatto da questi colleghi sia visibile e apprezzato da tutta la comunità infermieristica bresciana perché anch’essi, con il loro impegno e le loro idee, hanno contribuito allo sviluppo della disciplina infermieristica e all’affermazione della professione. Peraltro, alcuni di loro stanno proseguendo nel proprio cammino professionale costituendo una valida guida e uno stimolo per tutti. Ecco i loro nomi: 

Per I 50 anni di iscrizione
Bertocchi Bartolomea, Franchini Domenica

Per i 35 anni di iscrizione
Accini Antonio, Apostoli Giovanna Sr. Fabiana, Brunetti Giovanna, Ciceri Alessandra, Comincini Fiorenza, Dorza Anna, Ganzola Bruna Valeria, Giudici Germana, Martinelli Luciana,  Morselli Maria,  Pedrocchi Carla, Pezzin Maria Teresa,  Polini Margherita,  Roveri Maria, Rubetti Anna Sr. Rachele,  Salvati Miriam,  Squazzoni Domenica, Tonni  Sr. Marisa,  Zamboni Alessandra,  Zatti Rosa Beatrice  

Un ringraziamento  da parte nostra va a tutti loro, per quanto hanno fatto per la nostra professione e soprattutto per le persone assistite.

Dr. Stefano Bazzana  

Conto Consuntivo 2008
Bilancio Preventivo 2009
Residui 2008
Schema Riassuntivo 2008